.

La valutazione dello stato nutrizionale dei pazienti è oggetto di interesse da parte di molte discipline scientifiche e la variazione di qualsiasi parametro rispetto ai valori di normalità, può nascondere un serio problema clinico.

Dopo essere stati utilizzati svariati metodi per la valutazione dello stato nutrizionale tra cui l’anamnesi alimentare, questionari, esame fisico, misure antropometriche, misure biochimiche, test di funzionalità, analisi di impedenza bioelettrica e plicometria, l’Angolo di fase, ottenuto mediante l’analisi di impedenza bioelettrica, è il parametro che viene sempre più applicato frequentemente nel monitoraggio dello stato nutrizionale.

Come abbiamo citato in altri articoli, l’angolo di fase è proporzionale alla BCM Massa cellulare corporea.
È un valore bioelettrico misurato direttamente da analizzatori di impedenza sensibili alla fase come ad esempio Bodystat e BIA-Dex®.
Elevati valori di Angolo di fase (PA) stanno a rappresentare condizioni di benessere, mentre bassi valori di Angolo di fase possono essere ricondotti a cattive condizioni delle cellule.

Da numerosi studi effettuati, l’Angolo di fase (PA) può essere valutato anche nei pazienti con anoressia nervosa. Tale tipologia di soggetti mostra infatti dei valori di PA molto più bassi rispetto alle persone sane.

Tale metodica, sulla base dell’analisi dell’impedenza bioelettrica corporea, misurando direttamente Resistenza (R) e Reattanza (Xc), consente di ottenere svariati parametri quali:
Angolo di fase (PA), Massa grassa (FM), Massa magra (FFM), Massa cellulare (BCM), Acqua corporea totale (TBW), Acqua intracellulare (ICW), Acqua extracellulare (ECW), livello di idratazione ( ECW / ICW).
Questi parametri oltre a fornire un’analisi completa e dettagliata della composizione corporea consentono di monitorare gli eventuali cambiamenti strutturali dell’organismo nel corso dell’intervento nutrizionale.

L’angolo di fase viene calcolato sulla base della resistenza (R) e della reattanza (Xc) misurate mediante analisi di impedenza bioelettrica secondo la formula dell’ Angolo di fase PA = arcotangente Xc / R.

Anche se il significato biologico dell’angolo di fase PA non è stato completamente definito è considerato un indicatore della salute cellulare. PA è strettamente correlato con la massa cellulare (BCM). Più alto è il valore migliore è la funzionalità cellulare essendo un indicatore dell’integrità della membrana cellulare.
Nel caso di cellule ben nutrite, la relativa reattanza sarà elevata, il che implica un elevato valore di PA.
Al contrario se sono presenti cellule in cattive condizioni, l’integrità della membrana si riduce e si riflette in un valore di PA inferiore.

Sotto questo aspetto, il valore di questo parametro riflette l’efficienza dei processi energetici e proteolisi, indicando una relazione diretta con lo stato di salute del paziente.

Nonostante differenze fisiologiche tra le varie popolazioni e i gruppi etnici, si ritiene che il valore dell’angolo di fase negli adulti sani sia tra 5-7 °, ed un valore inferiore a 5,0 può essere indice di malnutrizione.
Il valore dell’ Angolo di fase non è soltanto un indicatore prognostico in condizioni gravi ma anche uno strumento utile nella valutazione dell’efficienza del trattamento nutrizionale.
Valori bassi di questo parametro si correlano negativamente con la prognosi nel caso di malattie come la cirrosi epatica, l’HIV e patologie tumorali. Diminuzione dei valori di PA sono stati trovati anche nei bambini malnutriti rispetto ai vari gruppi di controllo.

Cosa riportano alcuni ricercatori sull’argomento:

Marra et.al.
Marra M, Caldara A, Montagnese C, De Filippo E, Pasanisi F, Contaldo F et al. Bioelectrical impedance phase angle in constitutionally lean females, ballet dancers and patients with anorexia nervosa Eur. J. Clin. Nutr. 2009
Sono stati osservati valori di Angolo di fase più bassi nei pazienti con anoressia nervosa rispetto ai soggetti essenzialmente magri (rispettivamente 5,0° ± 0,52 e 5,94° ± 0,93).
I valori dell’angolo di fase dei ballerini erano superiori rispetto ai valori ottenuti in pazienti con anoressia nervosa (rispettivamente 6,40° ± 0,51 contro 5,09° ± 0,52) e gruppo di controllo (rispettivamente 6,40 o ± 0,51 e 5,84° ± 0,55).

Moreno et al.
Moreno MV, Djeddi DD, Jaffrin MY. Assessment of body composition in adolescent subjects with anorexia nervosa by bioimpedance. Med. Eng. Phys. 2008
Valori dell’angolo di fase in pazienti con anoressia nervosa (5,5° ± 1,0) erano più bassi rispetto al gruppo di controllo (6,4° o ± 0,6)

Marra et al.
Marra M, De Filippo E, Signorini A, Silvestri E, Pasanisi F, Contaldo F et al. Phase angle is a predictor of basal metabolic rate in female patients with anorexia nervosa. Physiol. Meas. 2005
Angolo di fase (2,54°- 6,49 °) e Reattanza Xc mostrano una stretta correlazione con il BMR nei pazienti con anoressia nervosa.

Mika et al.
Mika C, Herpertz-Dahlmann B, Heer M, Holtkamp K. Improvement of nutritional status as assessed by  multifrequency BIA during 15 weeks of refeeding in adolescent girls with anorexia nervosa. J. Nutr. 2004
Viene osservato un aumento graduale del valore dell’angolo di fase PA nei pazienti con Anoressia nervosa in corso di trattamento (da 4,6° ± 0,4  a  5,20° ± 0,6).

Scalfi et al.
Scalfi L, Marra M, Caldara A, Silvestri E, Contaldo F. Changes in bioimpedance analysis after stable refeeding of undernourished anorexic patients. Int. J. Obes. Relat. Metab. Disord. 1999
Valori dell’angolo di fase in pazienti con Anoressia nervosa sono più bassi rispetto al gruppo di controllo.
Cambiamenti dei valori dell’Angolo di fase PA misurati utilizzando un analizzatore di impedenza sono correlati con l’aumento di BMI. Inoltre l’aumento dei valori di angolo di fase PA nel corso del trattamento mostrano una diminuzione del volume di ECW acqua extracellulare a favore di un aumento di ICW acqua intracellulare, confermando un miglioramento dello stato nutrizionale.

Polito et al.
Polito A, Cuzzolaro M, Raguzzini A, Censi L, Ferro-Luzz A. Body composition changes in anorexia nervosa. Eur. J. Clin. Nutr. 1998
Nel gruppo di pazienti con Anoressia nervosa, i valori di angolo di fase sono inferiori (4,4° ± 0,8) rispetto al gruppo di controllo (6,1° o ± 0,4). Ciò può indicare uno squilibrio nella distribuzione tra il volume extra/intracellulare. Nel caso di soggetti in convalescenza i valori dell’angolo di fase erano circa 5,0°± 0,7 valori ulteriormente ridotti rispetto ai soggetti sani, nonostante un normale BMI.

L’analisi dell’impedenza bioelettrica tricompartimentale avanzata consente di stabilire come migliora lo stato nutrizionale evidenziando se il cambiamento è a carico della FM massa grassa oppure se è dovuta all’aumento dei fluidi Intracellulari ICW o Extracellulari ECW.
Pazienti con Anoressia nervosa in corso di trattamento che nonostante venga raggiunto un BMI soddisfacente, presentano ancora valori di angolo di fase PA inferiori rispetto la media, dimostra che il  BMI è caratterizzato da una scarsa predizione nella valutazione dello stato nutrizionale.

Biblio:

– Bosy-Westphal A, Danielzik S, Dörhöfer RP, Later W, Wiese S, Müller MJ. Phase angle from bioelectrical impedance analysis: Population reference values by age, sex, and body mass index. JPEN J. Parenter. Enteral Nutr. 2006
– Barbosa-Silva MCG, Barros AJD, Wang J, Heymsfield SB, Pierson RN. Bioelectrical impedance analysis: Population reference values for phase angle by age and sex. Am J. Clin. Nutr. 2005
– Gupta D, Lis CG, Dahlk SL, Vashi PG, Grutsch JF, Lammersfeld CA. Bioelectrical impedance phase angle as a prognostic indicator in advanced pancreatic cancer. Br. J. Nutr. 2004
– Selberg O, Selberg D. Norms and correlates of bioimpedance phase angle in healthy human subject, hospitalized patients, and patient with liver cirrhosis. Eur. J. Appl. Physiol. 2002
– De Oliveira PG, Pereira dos Santos AS, De Mello ED. Bioelectrical impedance phase angle: Utility in clinical practice. Int. J. Neurol. 2012
– Gonzalez MC, Nin LA, Reijven PLM, Skowrońska-Piekarska U, Małgorzewicz S. Metoda bioelektrycznej impedancji. In: Sobotka L ed. Podstawy żywienia klinicznego, 4th edition. Krakow: Scientifica; 2013
– Barbosa-Silva MCG, Barros AJD, Post CLA, Waitzberg DL, Heymsfield SB. Can bioelectrical impedance analysis identify malnutrition in preoperative nutrition assessment. Nutrition 2003
–  Norman K, Smoliner C, Valentini I, Lochs H, Pirlich M. Is bioelectrical impedance vector analysis of value in the elderly with malnutrition and impaired functionality? Nutrition 2007
– Nagano M, Suita S, Yamanouchi T. The validity of bioelectrical impedance phase angle for nutritional assessment in children. J. Pediatr. Surg. 2000
– Marra M, Caldara A, Montagnese C, De Filippo E, Pasanisi F, Contaldo F et al. Bioelectrical impedance phase angle in constitutionally lean females, ballet dancers and patients with anorexia nervosa. Eur. J. Clin. Nutr. 2009
– Scalfi L, Di Biase G, Coltorti A, Contaldo F. Bioimpedance analysis and resting energy expenditure in undernourished and refed anorectic patients. Eur. J. Clin. Nutr. 1993

 

 

diapositive-bc
mascaretti srl facilities – composizione corporea

Torna alla lista articoli

mascaretti srl – tecnologie medicali – Via Mamiani 24-26 – 60125 Ancona – Tel. 071.2071338 – Fax 071.2071345
Info@mascaretti.it   composizione corporea

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi