La malnutrizione proteico-energetica PEM è caratterizzata da un deficit energetico causato da un ridotto apporto proteico-nutrizionale.

La PEM può assumere vari livelli che vanno da una inadeguata assunzione proteica e/o calorica ad una alimentazione in apparenza “bilanciata” ma non sufficiente nel caso si svolgano attività fisiche impegnative.
Ritmi di vita intensi, stress, salto dei pasti, attività fisiche mal programmate possono causare nell’organismo la malnutrizione proteico calorica in qualsiasi soggetto: adolescente, adulto e anziano.

Una carenza di proteine ad esempio può causare un abbassamento delle difese immunitarie, perdita di Massa cellulare BCM e muscolare. In mancanza di un corretto apporto calorico energetico, il corpo utilizza proteine muscolari per far fronte alle varie esigenze creando uno stato di malnutrizione. Tutto ciò può dar luogo ad un equilibrio che viene definito adattamento e accomodamento.

L’adattamento è la risposta del corpo che ha nel caso di una riduzione calorica ma con una quota proteica ancora sufficiente. L’organismo in questo caso si adatta alla nuova situazione.

L’accomodamento invece è uno stato deperimento muscolare dovuto ad un introito proteico non sufficiente. L’adattamento solitamente porta ad una variazione del Metabolismo Basale BMR dovuta anche alla perdita di Massa cellulare (BCM) che riducendosi, (come difesa) evita un ulteriore perdita di massa muscolare.

Giovani e adolescenti sono spesso soggetti a questa sindrome in quanto ossessionati da un possibile aumento del peso corporeo e della massa grassa FM, limitando l’introito sia calorico che proteico, innescando di conseguenza alterazioni del BMR metabolismo basale e compromettendo la parte proteica dell’organismo.

L’organismo risponde alla malnutrizione attraverso variazioni nella composizione corporea che vanno ad influenzare anche la funzione muscolare.

La composizione corporea può subire variazioni sia a livello di Massa grassa FM, Massa magra FFM, nonché a livello cellulare attraverso i cambiamenti della BCM Massa metabolicamente attiva/cellulare. La BCM è considerata come il compartimento corporeo più rilevante per valutare la malnutrizione.
Il rischio e la condizione di malnutrizione a volte può non essere individuata precocemente in quanto la valutazione può diventare più complicata in quanto tale diagnosi non verte su un singolo parametro ma richiede l’integrazione di marcatori nutrizionali, storia clinica e l’esame fisico del paziente.

Attualmente gli strumenti clinici più utilizzati per rilevare la malnutrizione sono:

– parametri antropometrici
– BIA composizione corporea (Angolo di Fase, BCM, ICW, etc)
– esami di laboratorio (albumina plasmatica, prealbumina, transferrina, proteina C-reattiva, IGF-1, conta totale dei linfociti)
– test nutrizionali funzionali come ad esempio l’esame di dinamometria HGS per la forza di presa nella mano.

Determinati marcatori dello stato nutrizionale, come l’albumina sierica, possono non essere ideali marcatori nutrizionali in quanto vengono influenzati soprattutto dallo stato infiammatorio causato dal tipo di patologia che porta ad una maggiore permeabilità capillare e perdita di proteine, fluidi ed elettroliti con una conseguente variazione nella cinetica dell’albumina.

La malnutrizione può manifestarsi attraverso diverse tipologie e con variazioni dei compartimenti differenti:

l’inedia è caratterizzata da una marcata riduzione nell’assunzione di alimenti, vitamine etc e si traduce in:

↓ Metabolismo basale BMR, ↓ massa cellulare BCM, ↓ Angolo di Fase PA, ↓ peso corporeo, ↓ Massa grassa FM.
La perdita di BCM si presenta come atrofia muscolare e può riflettere atrofia e ipoplasia delle cellule muscolari, intestinali, epatiche, e immunitarie.
L’Acqua totale TBW% come percentuale del peso corporeo può aumentare a causa dell’espansione dell’acqua extracellulare ECW.
I valori del sangue possono rimanere entro il normale range, almeno durante le prime 6 settimane.
La rialimentazione favorisce il miglioramento della composizione corporea e l’eventuale guadagno risultante nel peso corporeo potrebbe essere a carico per il 50% della FM e per l’altro 50% della FFM Massa priva di grassi.

La cachessia è rappresentata spesso da una condizione di inedia prolungata associata ad un ridotto dispendio energetico totale spesso a causa di un’attività fisica limitata. La perdita di peso è frequente ma non universale:

↓ BCM massa cellulare in tempi molto rapidi
↑/≈ Fluidi Extracellulari ECW.
In questo caso la perdita di BCM e l’aumento della degradazione proteica muscolare non può essere superata dallo stimolo anabolico dell’alimentazione, anche nel caso di una maggiore apporto calorico.
La diminuzione di BCM e l’espansione dei fluidi extracellulari ECW vengono riportati anche nella sarcopenia.

Riasumendo, tutti i tipi di malnutrizione mostrano una diminuzione della BCM, ma possono differire in quantità e qualità. Inoltre come per i soggetti metabolicamente non sani, anche l’individuo normopeso o sovrappeso può essere malnutrito (sarcopenia, edema).

.

   

.

La Massa magra FFM non riflette la massa cellulare BCM pertanto, soprattutto in condizioni di malnutrizione è fondamentale poter stimare e monitorare nel tempo la BCM e l’Angolo di Fase.

Possibili variazioni della composizione corporea nei principali scenari della malnutrizione

Variabili                                                   Inedia                             Cachessia

Peso corporeo                                          ↓↓                                ↓ / ≈ / ↑
FM Massa grassa                                     ↓↓                                ↓ / ≈ / ↑
FFM Massa magra                                   ≈ / ↓                              ↓↓
TBW Acqua totale                                    ↑                                   ↓↓
BCM Massa cellulare                               ↓                                   ↓↓
ICW Fluidi intracellulari                            ↓                                   ↓
ECW Fluidi extracellulari                          ↑                                   ≈ / ↑

BIA-Dex® e Bodystat® sono analizzatori professionali BIA sensibili alla fase che consentono attraverso la misurazione diretta e visualizzazione dell’Angolo di fase, Resistenza e Reattanza, di analizzare lo stato nutrizionale e di idratazione dei vari soggetti.

 

LOGO_1
mascaretti srl facilities – composizione corporea
Via Mamiani 24-26 – 60125 Ancona – Tel. 071.2071338 – Fax 071.2071345
Info@mascaretti.it   composizionecorporea.com

BIA-Dex® è un marchio registrato di proprietà della mascaretti srl
Copyright © 2015 La documentazione all’interno di questo sito è di proprietà della mascaretti srl.

 

Torna alla lista articoli

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi