L’eccesso di acqua extracellulare ECW, a differenza dell’aumento della relativa intracellulare ICW, è quasi sempre una condizione da evitare.

In molti studi scientifici spesso viene riscontrato che l’aumento della Massa grassa FM è correlato con un’alterata distribuzione dei fluidi corporei.
Soggetti in sovrappeso e/o obesi possono avere un’elevata percentuale di ECW e un rapporto ECW/ICW > 0,85, superiore rispetto alla media della popolazione normopeso (≈ 0,70 – 0,75). Tale condizione in parte viene comprovata dal fatto che il tessuto adiposo stesso ha un rapporto ECW/ICW più elevato rispetto alla massa magra FFM.

Di fatto, mentre la massa priva di grassi ha un rapporto medio ECW/ICW di circa 0,80, il tessuto adiposo può raggiungere un rapporto ECW/ICW fino a circa 3,7. Di conseguenza un’elevata percentuale di Massa grassa FM può contribuire ad aumentare la percentuale di ECW.

E’ possibile notare che la distribuzione dei fluidi (rapporto ECW/ICW) può essere particolarmente alterata quando il tessuto adiposo è maggiormente presente a livello addominale oppure in seguito ai seguenti meccanismi:

– Ritenzione idrica
– Acqua totale TBW in eccesso causata da una alterata regolazione dello stato di idratazione
– Edemi (generalmente presenti a livello degli arti inferiori)
– Risposte ormonali legate al tessuto adiposo
– Obesità viscerale
– Insulino-resistenza, elevati livelli dei trigliceridi, bassi livelli di colesterolo HDL, sindrome metabolica
– Malnutrizione

Considerando che il livello dei fluidi extracellulari ECW viene mantenuto a scapito dei fluidi intracellulari, quando vi è un rapporto elevato di ECW/ICW l’acqua extracellulare in eccesso potrebbe riflettere uno stato di disidratazione cellulare o eventuali spostamenti fisiologici dell’acqua Intracellulare ICW verso la ECW (come ad esempio quando nell’organismo è presente uno stato infiammatorio o una condizione di stress a livello cellulare).

Un elevato rapporto di ECW/ICW nei soggetti in sovrappeso e/o obesi può essere associato anche con una alterata regolazione metabolica, intolleranza al glucosio, riduzione della lipolisi e aumento del rischio di insorgenza di diabete.
Per rilevare e monitorare i suddetti parametri, è indispensabile eseguire un esame della composizione corporea con l’ausilio di un analizzatore di Impedenza sensibile alla fase tipo BIA-Dex®, attraverso una misurazione diretta della Resistenza (Rz) e della Reattanza (Xc) corporea.

AB_BIADEX            elettrodi-4-sfumato

 Con l’elaborazione effettuata attraverso il software Keys Comp, è possibile rilevare come un elevato rapporto ECW/ICW è spesso presente nei soggetti obesi e, unitamente a bassi valori di Angolo di Fase ϕ, può essere considerato un indicatore di eccesso di fluidi extracellulari.

La valutazione e il monitoraggio del rapporto ECW/ICW, dell’Angolo di fase e del Fluid Graph possono svolgere un ruolo importante nella pratica clinica ambulatoriale in quanto possibili indicatori dello stato nutrizionale. Da tenere presente che un’espansione della ECW può essere correlata sia con un eventuale stato di malnutrizione, sia con un’alterazione della regolazione ematica dei fluidi o con una riduzione dei fluidi intracellulari ICW.

    PA_RITENZ    RITENZ_2    RITENZ_FLUIDI_ECW_ICW

Pertanto, anche se non se ne conosce con certezza la causa, escludendo lo stato di malnutrizione è comunque possibile riscontrare che nei soggetti obesi spesso è presente un rapporto ECW/ICW > 0,80 – 0,85. Come citato precedentemente una spiegazione potrebbe essere il restringimento delle cellule dei tessuti privi di grasso (Massa cellulare BCM e Massa magra FFM in generale), che interpreta una possibile riduzione dell’acqua intracellulare ICW con il relativo aumento della ECW.

La ricerca ha dimostrato che un’attività fisica di tipo isotonico e di resistenza può favorire un aumento di acqua intracellulare ICW, segnale di incremento della Massa cellulare BCM, muscolare, del metabolismo basale, della forza e del miglioramento del sistema immunitario.

Per concludere, in condizioni normali il rapporto di ECW / ICW è generalmente < 0,85 mentre nei soggetti con patologie tale rapporto può variare a causa della migrazione dei fluidi dall’intracellulare verso l’extracellulare.
Una condizione di infiammazione sistemica come quella presente nei soggetti obesi è responsabile di tali cambiamenti. Viceversa, bassi valori del rapporto ECW/ICW (< 0.60) possono essere utilizzati per rilevare eventuali condizioni di rischio/presenza di disidratazione.

.

Bibliografia
– Fogelholm M., Kukkonen-Harjula T. K., Sievänen H. T., Oja P., Vuori I. M. (1996) Body composition assessment in lean and normal weight young women. Br. J. Nutr.
– Fogelholm M., von Marken Lichtenbelt W. D., Westerterp K. R. (1997) Assessment of fat mass during weight reduction in obese women. Metabolism
– Keys A., Brozek J., Henschel A.(1950) The Biology of Starvation. (Univ. of Minnesota Press, Minneapolis, MN).
– Mazariegos M., Kral J. G., Wang J., Waki M., Heymsfield S. B., Pierson R. J., Thornton J. C., Yasumura S. (1992) Body composition and surgical treatment of obesity. Effects of weight loss on fluid distribution. Ann. Surg
– Wang J., Pierson R. N. (1976) Disparate hydration of adipose and lean tissue requires a new model for body water distribution in man. J. Nutr.
– Falkheden T , Sjögren B. 1964 Extracellar fluid volume and renal function in pituitary insufficiency and acromegaly. Acta Endocrinol
– Westerterp KR, Marken Lichtenbelt WD van, Wouters L. 1995 – The Maastricht protocol for the measurement of body composition and energy expenditure with labeled water. Obes Res.

.

diapositive-bc
mascaretti srl facilities – composizione corporea

Torna alla lista articoli

 

Share This

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi